I Dragon Boat colonizzano la Darsena

Download PDF

A mettere cinque Dragon Boat in acqua con il sole ci riescono in pochi
Farlo in una giornata di bufera come ieri, organizzando contemporaneamente una gara ufficiale di Dragon Boat, un Team Building e la “Cerimonia dei Fiori” con gli amici di C6 Siloku
Potevamo riuscirci solo noi

Cento metri tutti d’un fiato. Di potenza. Di tattica. Di fatica. Ma di una fatica bella. Una fatica condivisa. Tutti insieme sulla stessa barca cercando di pagaiare cercando il proprio limite senza dimenticare quello dei compagni di squadra.

La leonessa d’Italia, Brescia, con la sua Canottieri Brescia, già vincitrice lo scorso anno dell’edizione di prova, la numero “zero”, si ripresenta con un equipaggio semplicemente perfetto: un meccanismo propulsivo potentissimo, con sincronismi da orologio svizzero e, pertanto, anche quest’anno, non c’è stata storia: vittoria completa.

Se Brescia dovesse vincere anche il prossimo anno, si aggiudicherebbe definitivamente la Coppa: dunque per il 2020 la sfida per impedirle la tripletta sarà serratissima.

Negli equipaggi numerose donne in ROSA (ossia donne operate per tumore al seno) che hanno voluto ricordare le donne meno fortunate di loro con la “Cerimonia dei Fiori”:

un suggestivo lancio di garofani rosa nelle acque della Darsena. In realtà, la loro presenza non è causale: è legato ad una importante evidenza scientifica.

E’ stato, infatti, dimostrato che durante e dopo l’esercizio fisico della pagaiata vengono rilasciate dal corpo delle molecole  – le miochine – che stimolano la produzione di ulteriori molecole chiamate chitochine le quali contribuiscono ad inibire la necrosi tumorale del tumore al seno, limitando i casi di linfodema successivi alla operazione. Ci sono sfide ben più importanti da vincere rispetto ad una semplice gara di Dragon Boat ma sentirsi parte di una team, facendo uno sport che diverte ed appaga e che, al tempo stesso, è scientificamente provato nella sua efficacia nel contrastare il linfodema è una cosa importantissima e invitiamo tutti a venire a conoscere l’operazione che la Canottieri San Cristoforo sta facendo per queste donne grazie alla collaborazione con C6 Siloku

 59405860_10156322380446365_5191670782807244800_n(1)
Download PDF